RING WAR 2015

(1 Vota)

La serata di Muay Thai che tutti si aspettavano è arrivata. Dopo la prima edizione di gennaio 2014, il 28 febbraio 2015 si è svolta la seconda edizione di RING WAR, l'evento internazionale  sotto l’egida di FIKBMS, diventato ormai un appuntamento annuale fisso. Di nuovo sorprendente l’impresa di portare uno schieramento di fighters thailandesi d’eccellenza  circondati dai migliori combattenti europei che li hanno sfidati o che si sono incontrati tra loro.

Il pubblico che ha riempito ilPalasesto alle porte di Milano è andato letteralmente in visibilio, partecipando attivamente allo spettacolo e ai matches come mai si era visto prima d’ora: non solo tifo e incitazione, ma  vere e proprie risposte ai richiami di uno speaker d’eccezione, direttamente il promoter Diego Calzolari che ha condotto la serata col microfono in mano trasmettendo la passione agli spettatori e ai tifosi che a loro volta hanno infuso entusiasmo e fiducia a chi è salito sul ring.
Esattamente quello che deve essere una serata di Muay Thai: spirito e ardore.
La vera e propria impresa è stata quella portata a compimento da Luca Roma Team DE PRO, che è riuscito a vincere il Titolo Mondiale WMO contro il fortissimo Natee Sittiluk Pumphanmuang. Entrambi giovanissimi, 20 e 21 anni, ma entrambi con un palmares da veterani: l’azzurro con sulle spalle i titoli di Campione Italiano, Campione Elite e svariate esperienze all’estero, il secondo con già 85 matches che lo inquadrano tra i più ambiti thai dei 60 kg. Il match parte senza la consueta fase di studio e…via di gomiti: pericolosissimi scambi in clinch, dove la tecnica di controllo del thai è maestra, ma dove le gomitate messe a segno da Luca Roma provocano un’evidente apertura sull’arcata sopraciliare dell’avversario. Il match continua con pericolosissimi scambi di gomiti, un’incisiva boxe dell’italiano e combinazioni su tutte le distanze: è Roma a dominare nei primi tre round, Sittiluk accelera nel quarto round, ma è ancora l’italiano ad avere la meglio sul finale, dove il verdetto unanime porta in visibilio il pubblico e accende ancora di più il clima per gli ultimi due matches della serata.


Il thai più atteso, il migliore, calmo, impeccabile e diabolico: sale sul ring Sayok Pumphanmuang, opposto al portoghese Diogo Calado, statuario atleta che aveva già combattuto testa a testa con i famosissimi Sudsakorn Sor Klimnee e Yoedsanklai Fairtex. Il thai rimane sempre al centro del quadrato per gestire gli attacchi di Calado, ma alla metà del secondo round la sua combinazione  preferita di gancio sinistro-gomito sinistro apre il sopracciglio del portoghese. Con la ripresa dell’incontro, la stessa micidiale combinazione conclude il match per intervento medico, e sotto la supervisione  del  Segretario Generale WMO Grand Master Kevin Lloyd, l’imbattibile Sayok Pumphanmuang conquista il secondo Titolo Mondiale WMO messo in palio nella serata.


RING WAR si mette sull’attenti e il pubblico è incontenibile: l’ultimo match vede l’atleta di casa Luca Cutter Tagliarino Team DE PRO che, dopo aver seriamente messo in difficoltà il thailandese Nopparat Keatkhamtorn sul ring di RING WAR 2014 al Mediolanum Forum, questa volta è opposto per l’International Challenge Belt WBC MUAY THAI ad un altro imbattibile, Armin Pumphanmuang, premiato in Thailandia nel 2014 come il fighter più spettacolare per la varietà del suo stile. Come per il match di Luca Roma, anche qui si salta la consueta fase di studio e Armin parte con due high-kicks che, seppur sui guanti di Tagliarino, alzano immediatamente l’attenzione dell’atleta di casa e del Palasesto intero: il primo round è pericolosissimo per entrambi, con Cutter che si allunga in millimetriche combinazioni di gomito che vengono però controllate dagli spostamenti e dai rientri del thai. Armin, da parte sua, imbocca la via della vittoria mantenendo a lunga distanza l’italiano, ed entrando inaspettatamente nella sua guardia con consecutive gomitate ascendenti, che gli inibiscono la visuale dall’occhio destro costringendo la decisione all’angolo di abbandonare l’incontro. Sale sul ring per la premiazione l’intera delegazione thailandese che da due anni si reca in Italia in occasione di RING WAR, rappresentata dai comandanti della Polizia thailandese Pumphanmuang. Una prestazione comunque ottimale, degna e meritata di un atleta che in Italia non ha più rivali.

Il bilancio di RING WAR segna inoltre due vittorie della squadra inglese, la sconfitta della portoghese Ariana Santos contro Silvia La Notte, e una vittoria e due sconfitte dei Francesi.
Ecco i risultatai di una serata “Italia vs Resto del Mondo” 4 pari:
RING WAR Preserata

1. -63,500 kg Muay Thai Full Rules 3X2′  –  Pawel Szymanski DE GYM 2.0  VS  Tarek KadarTEAM NASSER-K (FRA). Vince Szymanski ai punti.
2. -67 kg Titolo Italiano Pro Muay Thai FIKBMS 5X2′  –  Francesco De Falco TEAM COLONNESE  VS  Stefano Marino ACCADEMIA MT CALABRIA. Vince De Falco ai punti.
3. -54,500 kg Titolo Italiano Pro Muay Thai FIKBMS 5X3′  –  Christian “Criko” Lusabio TOP TEAM MUAY THAI 2556  VS  Fabio Celestre ITTHIPOL MT CAMP VITERBO. Vince Lusabio ai punti.

RING WAR International Event
1. -65 kg Muay Thai Full Rules 3×3′  –  Simone Chittano ZEN SHIN LECCE (ITA)  VS  Leko Wright BLACK WIDOW (UK). Vince Leko KOT 2° round.
2. – 78 kg Muay Thai Full Rules 5X3′  –  Alessandro Ricci IL CERCHIO DEI GUERRIERI (ITA)  VS  James Ogden BLACK WIDOW (UK). Vince Ogden KO 4° round.
3. -48 kg K1 3×3′  –  Silvia La Notte DORIA BOXIG TEAM (ITA)  VS  Ariana Santos TEAM DINA LISBONA (POR). Vince La Notte punti.
4. -75 kg Muay Thai Full Rules 5X3′  –  Martin Meoni SIAM GYM PISTOIA (ITA)  VS  Soufiane Missatti TEAM NASSER.K (FRA). Vince Missatti punti.
5. -53 kg Prestige Fight Muay Thai Full Rules 3X3′  –  Giampietro Marceddu TEAM MARCEDDU (ITA)  VS  Coulagian Pierre TEAM NASSER.K (FRA). Vince Marceddu KO 2° round.
6. -59 kg WMO Muay Thai World Championship 5X3′  –  Luca Roma DE PRO (ITA)  VS  Natee Sittiluk TEAM PUMPANGNUANG (THA). Vince Roma punti.
7. -72,500 kg WMO Muay Thai World Championship 5X3′  –   Sayok Pumpangnunag MUAY THAI PLAZA 2004 (THA)  VS  Diogo Calado TEAM DINA LISBONA (POR). Vince Sayok RSC 3° round.
8. -69,800 kg WBC MUAY THAI International Challenge Belt 5X3′  –  Luca “Cutter” Tagliarino DE PRO (ITA)  VS  Armin Pumpangnuang MUAY THAI PLAZA 2004 (THA). Vince Armin abbandono 3° round.
Si ringraziano:
LEONE 194-New Beda Bazaar-Bar Centrale di Sesto San Giovanni-Taxi Blu 02 4040-BCC di Sesto San Giovanni-Evolution People-Pepenero Milano-Imagery Story Tellers-L’abbruzzi Immobiliare
Con la partecipazione di:Amazing Thailand-Patrocinio della Regione Lombardia-Patrocinio del Comune di Milano-Patrocinio del Comune di Sesto San Giovanni

Per le foto: Giacomo Marchetti www.gmarchettiph.com
 
 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

DeGym Muay Thai

Top Team Muay Thai 2556

FIKMBS

WBC

 

DeGym

Leone

Muay Thai Spirit

A.S.D.Team Calzolari

Fight Diet

top

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra politica sulla privacy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information